REGIONE ABRUZZO: CONTRIBUITI A FAVORE DELLE IMPRESE TURISTICHE

Contributi a fondo perduto in regime de minimis a favore delle imprese turistiche.

Le domande di finanziamento, da inoltrarsi tramite Piattaforma informatica, possono essere trasmesse da sabato 20 ottobre 2018 fino a sabato 16 febbraio 2019.

Il bando intende agevolare gli investimenti effettuati dalle imprese operanti nel settore del turismo nella Regione Abruzzo – con esclusione dei Comuni ricadenti nell’Area Basso Sangro Tigno.

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda le PMI che svolgono o intendano svolgere attività di gestione delle strutture turistiche e gli Enti no profit che gestiscono dette strutture esclusivamente per gli associati.

Attività ammissibili:

  • Strutture ricettive alberghiere
  • Strutture ricettive all’aria aperta
  • Strutture ricettive extra-alberghiere
  • Stabilimenti balneari
  • Parchi divertimento

Progetti finanziabili: Sono ammissibili le seguenti tipologie di investimento:

Per le strutture ricettive

  • Realizzazione di nuove strutture ricettive;
  • Ampliamento, ammodernamento, ristrutturazione, straordinaria manutenzione di strutture già esistenti.

Per stabilimenti balneari e parchi di divertimento:

  • Ampliamento manufatto esistente, ammodernamento, ristrutturazione, straordinaria manutenzione.

I progetti possono ricomprendere anche operazioni relative a:

  • Interventi finalizzati alla riduzione della classe di rischio sismico;
  • Interventi relativi alla realizzazione e riqualificazione di servizi annessi alle strutture;
  • Interventi finalizzati a rendere e migliorare la struttura accessibile per ospiti con disabilità;
  • Interventi relativi ad impianti tecnologici solo se diretti alla riduzione di consumi di acqua potabile, energia primaria ed efficientamento energetico.
  • Operazioni finalizzate all’ottenimento e all’implementazione delle certificazioni di qualità ambientale e/o dell’accoglienza.

Investimento minimo ammissibile: € 50.000,00

Spese ammissibili: Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • Opere murarie e assimilabili;
  • Impianti tecnologici mirati alla riduzione di consumi di acqua potabile, energia primaria ed efficientamento energetico;
  • Macchinari relativi agli interventi finalizzati a rendere e migliorare la struttura accessibile per ospiti con disabilità
  • Realizzazione e aggiornamento di siti web, programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa nella misura massima del 2% delle spese ammissibili;
  • Spese per servizi di consulenza.

Agevolazioni in Regime di aiuto de minimis: Contributo a fondo perduto pari al 60% delle spese ammissibili con un minimo concedibile di € 30.000,00 ed un massimo di € 150.000,00